Benvenuti nella nuova versione di Nana World, una delle sezioni più popolari di D&HLiT!
Oltre ad un rinnovamento grafico, anche i contenuti sono stati aggiornati, corretti e approfonditi, e come vedete dal menù qui sopra alcune curiosità (quelle di maggiore interesse) hanno ora uno spazio personale!
Di seguito troverete l'analisi delle curiosità/citazioni di ogni volume, in ordine cronologico.
Ovviamente qualsiasi suggerimento, aiuto o correzione è sempre ben
accetta! :)

~Nana&Hachi

"Nana" nella serie dei numeri di origine giapponese ha il significato di "sette", ed è proprio per questo che il numero in questione viene spesso ripetuto nel corso dell'opera; "Hachi", nella serie dei numeri di origine cinese ha invece il significato di "otto", ma allo stesso tempo il termine si riferisce a "cane"(nel senso "affettuoso di "fido"); ecco spiegato il perchè del nomignolo affibbiato da Nana Oosaki a Nana Komatsu =).Il suffisso "-ko"(Hachi-ko) usato giustamente nell'edizione giapponese, e in modo errato nella versione italiana ,ha il significato di ragazza/bambina e viene anche posto per indicare familiarità o disprezzo a seconda dei casi. "Hachi" richiama alla mente anche la storia del famoso cane di Shibuya (quartiere di Tokyo), ricordato per aver aspettato per nove anni davanti alla stazione il ritorno del padrone ormai morto.

~Kogal
   Volume 1~p10

Nell'edizione italiana il termine "Kogal/Gal" viene adattato come "ragazza facile/ragazzetta scema", sarebbe stato più corretto lasciare il termine generale e spiegarne il significato. Con il termine "Gals" (dall'inglese Girls) si indicano le ragazze giapponesi con meno di 20 anni che usano vestirsi in modo "eccentrico" con zeppe,minigonne,trucco pesante e capelli colorati. Le "KoGals" sono invece le Gals liceali, ma anche esse seguono le stesse idee. Il fenomeno delle Gals è iniziato intorno al 97/98, ed è divenuto sempre più conosciuto anche grazie al manga che Mihona Fujiiha gli ha dedicato. La moda delle Gals è poi a volte legata al fenomeno delle Enjokosai. Anche Nami, la sorella di Nana "Hachi" Komatsu, potrebbe essere una Gal.

~Enjokosai
  Volume 1~p10

Anche in questo caso il termine "Enjokosai" è stato adattato nell'edizione italiana come "mantenuta". "Enjokosai",abbreviato "Enjo" ha il significato di "rapporto di assistenza/accompagnatrice a pagamento"e sono spesso le ko-gals stesse a praticare l'enjo. Il termine Enjo è accomunato anche a quello di"BuruSera".

~Norika Fujiwara
  Volume 1~p11


Norika Fujiwara è l'idol di cui Nana Komastu parla proprio nelle prime pagine del primo volume.Nel 1999, cioè quando è iniziata la pubblicazione di Nana in Giappone, Norika era davvero famosa nelle vesti di idol/modella, negli ultimi anni si è dedicata anche alla carriera di attrice partecipando a una serie di film più o meno validi. Nana fa riferimento al suo taglio di capelli,a cui lei stessa si sarebbe ispirata,ecco quindi un confronto: 



Norika Official Site
http://www.norikanesque.com
Inglese/Giapponese

~Nostradamus
  Volume 1~p62


Nostradamus viene invece citato nel primo capitolo (NK) proprio da Nana Komatsu. I suoi diversi riferimenti al Grande Demone Celeste potrebbero in qualche modo collegarsi anche a una delle sue profezie,questa in particolare:

"L’anno millenovecentonovantanove e sette mesi 
dal cielo verrà un grande Re di spavento
A resuscitare il grande Re d'angolmois
Avanti e dopo Marte regnare per buon'ora"

"L'anno 1999 e sette mesi" indica per l'appunto il mese di Luglio (99) cioè proprio il periodo in cui parte la narrazione di Nana. Nostradamus era un medico e astrologo francese che nella seconda metà del 1500 godette di notevole popolarità (fu anche astrologo ufficiale della corte francese), le sue profezie vennero ritenute per molto tempo veritiere poichè vi era (almeno) un effettivo riscontro nella storia del mondo.

~Ronin
  Volume 1~p67


Ancora una volta l'edizione italiana traduce con "disoccupata" l'espressione "ronin", e risulta quindi inesatta. In Giappone la reputazione di una persona è fortemente legata alla propria posizione sociale/lavorativa e scolastica. Nel momento in cui si viene bocciati all'esame di ammissione ad un'università,si diventa "ronin", ovvero il ragazzo si impegna a studiare privatamente o seguendo corsi appositi, in modo da ritentare l'anno successivo l'esame alla stessa università. Spesso il termine "ronin" può divenire anche dispregiativo, e ha quindi un'accezione diversa del nostro "disoccupato". Un famoso esempio di Ronin nel mondo dei manga,ci viene da Godai di "Maison Ikkoku" di Rumiko Takashi o Keitaro Urashima di "Love Hina".

~Cosplay
  Volume 1~p111


Nell'edizione giapponese il termine "travestimento" detto da Yasu,è tradotto come "Cosplay", l'adattamento in questo caso non è "malvagio"^^; in quanto il "Costume Player" consiste proprio in questo, ma tuttavia il termine "Cosplay" è ormai noto anche dal fandom italiano!

CospaShop
http://www.cospa.com
Giapponese

~Loose
  Volume 1~p111


La battuta di Yasu a proposito del modo di vestire di Nana Oosaki al liceo é in realtà: "Indossavi anche le loose-socks?", al posto di "Sciatta come al solito immagino...". Le "Loose-socks" sono quel particolare tipo di calze/scaldamuscoli che le Liceali Giapponesi hanno fatto divenire una moda a partire dal 1997 e che ormai è diventata quasi un'abitudine.

~Il secondo bottone
  Volume 1~p149


Il secondo bottone di cui parla Nobu è una tipica usanza giapponese, che consiste nel donare il secondo bottone dell'uniforme alla ragazza di cui si è innamorati, alla fine dell'anno scolastico. Il fatto che Nobu ha dato via tutti i suoi bottoni significa che aveva altrettante ragazze, dovute alla sua popolarità come membro dei Blast.

~Midori Sudo
  Volume 1~p180


Ancora un'altra volta la Planet Manga ha tralasciato un particolare. Nelle Pagine Extra a fine volume, Junko mostra un disegno e dice: "Ce lo manda una lettrice di Tokyo" in realtà il nome di "questa lettrice" è Midori Sudoh, e si tratta di un'auto-citazione della Yazawa, Midori è infatti la protagonista del famoso manga ,ma inedito in Italia, "Tenshi Nanka Ja nai" (Non sono un angelo).

~Koichi Sato
  Volume 2~p11


E' il designer citato da Shoji nel secondo volume. E' nato a Takasaki nella prefettura di Gunma nel 1944. Si laurea in Visual Design nel 68 alla 'Tokyo National University of Fine Arts and Music', quindi lavora nella compagnia pubblicitaria della Shiseido fino al 71, per poi cominciare a lavorare come free-lance. Dal 1982 al 1987 è part-time lecturer alla 'Tòkyo National University of Fine Arts and Music'. Le sue opere si trovano nelle collezioni permanenti di numerosi musei, fra i quali il Museum of Modern Art (MOMA)di New York(come vorrei andarci...!;__;), la Bibliothèque Nationale di Parigi, il Kunsthaus di Zurigo, il National Museum fur Angewandte Kunst di Monaco e il Toyama Prefectural Museum of Modern Art.

~Adam Lang
  Volume 2~p93


Si fa riferimento a Adam, nelle vesti di fantasma^^, nel secondo volume, una vera e propria auto-citazione da parte della Yazawa! :) Probabilmente sono pochi quelli che non conoscono Adam, infatti è un personaggio di Kagen No Tsuki, precedente manga della Sensei arrivato in Italia con il titolo di "Ultimi raggi di Luna". Adam lang è il leader del gruppo "Evil Eye".

~Miss Dronjo
  Volume 2~p155


Viene citata da Hachi come subalterna del Grande Demone celeste! Miss Dronjo è la celebre donna dal lungo naso del trio che imperversava in ogni anime delle Time Bokan Series (Yattaman per esempio). Da noi chiamata Miss Dronio, era sempre accompagnata da Boyakki/Sgrinfia e Tonzula/Birba, e finiva nuda e sconfitta in ogni puntata. Fa la sua prima apparizione nel 1977.

~Ganguro
   Volume 3~p64


Le Ganguro posso essere viste come una sorta di sottogruppo delle Gals, che probabilmente sono più conosciute per via della serie tv e del manga le cui vicende sono ambientate proprio nel quartiere di Shibuya!
Ganguro significa "black face". Le ganguro girls imitano infatti "il modello delle americane" ed è per questo che si sottopongono alle lampade o usano creme per scurire la propria pelle, in contrasto con essa ci sono i capelli: biondi ossigenati; talvolta è adottata la "classica" acconciatura afro o una parrucca argentata; amano un look aggressivo che prevede minigonne,trucco appariscente e stivali/zeppe. E' Kyosuke a citare le Ganguro-Girls, nel sesto capitolo del terzo volume, in riferimento a Junko, che risulta comunque ben lontana dal modello delle Ganguro!;) 

~Yuko Mamya
   Volume 5~p184


Anche Yuko è un personaggio di "Tenshi Nanka Ja Nai", fa un piccolo cameo nell'extra (La stanza di Junko) a fine del quinto volume, portando con se anche il primo volume della ristampa di TNJN.

~Tanabata Matsuri
   Volume 6~p13


Il Tanabata Matsuri (Festa delle Stelle), si svolge il sette Luglio, ed è uno dei giorni più sentiti in Giappone, benchè le sue origini siano cinesi, in particolar modo dagli innamorati. La festa è infatti basata su un'antica leggenda, protagonisti di questa leggenda sono due amanti: Otohime (la principessa Oto, rappresentante la stella Vega della costellazione della Lira) e Hikoboshi (rappresentante la stella Altair, della costellazione dell'Aquila). La principessa era molto abile a filare con il telaio, per questo si occupava della creazione degli abiti degli Dei del Cielo, ma l'amore verso Hikoboshi finì per distrarla dal suo compito, così gli Dei decisero di dividerli, frapponendo fra i due la Via Lattea. I due sono così condannati a vedersi una sola volta all'anno, la notte del 7 Luglio, consapevoli che se proprio in quel giorno il tempo è nuvoloso, i due sono destinati a non vedersi e ad aspettare un altro anno. Ecco perchè Hachi fa riferimento alla Via Lattea. Nel IX/X secolo, presso la corte imperiale giapponese, le dame di corte iniziarono a scrivere brevi poemi e/o a esprimere desideri su strisce di carta colorata, i tanzaku, e ad appenderli ai rami dei bambù (considerato sacro) ed ad offrire il tutto a Vega. Questa usanza venne quindi associata alla festa di Tanabata e alla leggenda di Otohime, e fa ancora parte della cultura giapponese.

~Pooh
  Volume 6~p186


Come molti avranno notato, nelle pagine extra del capitolo 6, fa la sua comparsa l'orsetto Pooh, che tutti i fan di "Gokinjo Monogatari" avranno riconosciuto, Pooh è stato infatti cucito da P-chan, una delle co-protagoniste di GM, ed era anche una delle mascotte della serie!

~Layla di Eric Clapton
  Volume 9 ~Capitolo 29~p41+Capitolo 30


Reira ci svela che il suo nome deriva proprio dalla canzone "Layla" di Eric Clapton,, uno dei più famosi cantautori americani. Ricordo infatti che nella pronuncia giapponese il suono "l" non esiste, ma viene sostituito dalla "r", il cui suono ricorda però quello della "l" italiana. Nello stesso capitolo Shin si reca a comprare in un negozio di dischi "Unplugged" del 1992, contenente una versione acustica del brano. La versione originale di "Layla", ormai un classico del repertorio di Clapton, si trova in "
Layla And Other Assorted Love Songs" del 1970, ma la canzone è stata inserita in numerose raccolte e live (Rainbow Concert 1973, Time Pieces 1982, Crossroads 1988, Chronicles 1999). A fine capiolo, mentre Shin prova gli accordi, viene mostrato un altro cd di Clapton piuttosto raro: "Backtrackin'" del 1997. Nel capitolo 30, Reira stringe fra le mani il cd "The cream of Eric Clapton" una raccolta del 1995 che ovviamente contiene un'altra versione di Layla.
Qui di seguito trovate il testo e la traduzione di "Layla", che ricorda non poco il personaggio di Reira:

What'll you do when you get lonely
And nobody's waiting by your side?
You've been running and hiding much too long.
You know it's just your foolish pride.

Layla, you've got me on my knees.
Layla, I'm begging, darling please.
Layla, darling won't you ease my worried mind.

I tried to give you consolation
When your old man had let you down.
Like a fool, I fell in love with you,
Turned my whole world upside down.

Let's make the best of the situation
Before I finally go insane.
Please don't say we'll never find a way
And tell me all my love's in vain.

Traduzione:

Cosa farai quando rimarrai sola
E nessuno ti starà vicino?
Sei scappata e ti sei nascosta per troppo tempo
Sai che è solamente il tuo insensato orgoglio

Layla, tu hai me sulle mie ginocchia
Layla, ti sto pregando, per favore
Layla, renderai più semplice la mia mente preoccupata

Ho cercato di consolarti
Quando il tuo uomo ti ha lasciato
Come uno sciocco, mi sono innamorato di te
Rigirando il mio mondo intero su e giù

Cerchiamo di fare il meglio che possiamo
Prima che io diventi pazzo
Per favore, non dirmi che non troveremo mai un senso
E dimmi che tutto il mio amore è inutile

~Zanzare Tigri/Avvoltoi
  Volume 9~p147

Nel dialogo tra Nana e Nobu, Nana si riferisce ai paparazzi/giornalisti definendoli 'avvoltoi', nell'edizione giapponese i giornalisti vengono definiti invece 'zanzare tigri' ecco il perchè della piccola zanzara presente nella vignetta. Grazie a Mattia Mele/Supponoko per la segnalazione.

~Joji "George" Koizumi
   Volume 9~p216


Nelle pagine extra del volume 9 fa la sua comparsa infine anche Joji, direttamente da Paradise Kiss, altro famoso manga di Ai Yazawa.

~Banchou/Urabanchou
   Volume 9~p129/233


Nella versione italiana il termine "bacnhou", leader/capo di una banda di teppisti, che Naoki usa in riferimento a Takumi è tradotto con "boss". A pagina 233 Naoki usa poi il termine "urabanchou" in riferimento a Yasu, questo termine, contrapposto a "banchou" vuol dire infatti "leader in ombra", la mente di una banda di teppisti.
"Urabanchou" è stato sostituito invece con la battuta "Tagaki (Yasu) e Ichinose (Takumi) sono due boss nemici!".

~Glam
  Volume 9 ~Capitolo Speciale Naoki~p243

Contrariamente a quanto scritto nell'edizione italiana, in cui si parla di "Soft Rock", Takumi e Naoki fanno riferimento al Glam. Il "movimento" Glam-Rock esplode all'inizio degli anni 70 in Inghilterra, alla fine del fenomeno Beatles e ponendo le basi per il Punk. Il termine "Glam" deriva dall'abbreviazione del termine Glamour, che indica appunto tutto ciò che è moda e fa "tendenza". Per gli artisti di questo genere, era fondamentale stupire ed eccedere, facendo gridare allo scandalo la fin troppo puritana Gran Bretagna. Probabilmente il Glam non aggiunse nulla di nuovo al movimento rock, nel senso stretto della musica, ma ne rivoluzionò l'aspetto visivo. Gli artisti del glam diedero grande importanza al modo di vestire con ironia e voglia di trasgredire. 
Travestitismo e ambiguità sessuale caratterizzano in particolar modo i musicisti di questo periodo, primo fra tutti David Bowie, un vero e proprio mago della trasformazione che nel 1972 presentava il suo alter-ego: Ziggy Stardust. Accanto a lui si trovano comunque altri artisti e gruppi, tutti comunque orbitanti all'interno del circuito inglese. Il Glam è recentemente tornato alla ribalta anche grazie al film "Velvet Goldmine" del 1998, di cui la Yazawa sembra essere grande fan (vedi per esempio le citazioni in Paradise Kiss)!
Sempre a pagina 243, vengono mostrati una serie di cd tutti di quel periodo, si tratta di: 

T.Rex~
Slider 1972
Roxy Music~
Roxy Music 1970
Lou Reed~
Transformer 1972
David Bowie~
Ziggy Stardust: The Motion Picture 1982
Mick Ronson~
Slaughter on 10th Avenue 1974


D&HLiT © Arashi ~ Part Of DAMAGED SOUL
Please don't reproduce anything without my
permission.
Images are © of their owners: © Nana 1999 Ai Yazawa/
Shueisha
Disclaimer/Policy